La storia

Affidare i propri Trasporti Nazionali a Trinacria, è sinonimo di qualità e affidabilità.

La storia di Trinacria Trasporti nasce ben più di 70 anni fa, con l’obiettivo di collegare al meglio, dal punto di vista dei trasporti e della logistica, il nord e il sud Italia.

Nel giro di breve tempo, nemmeno un decennio dopo, Trinacria Trasporti cresce e amplia il suo raggio di azione arrivando a collegare Lazio, Campania e Sicilia.

L’azienda, nata come un semplice corriere per il sud Italia, nel giro di un ventennio diventa una vera e propria potenza commerciale arrivando a coprire capillarmente tutta l’Italia, isole comprese.

Sono passati ben 72 anni da quel 25 marzo 1946, giorno in cui l’azienda vide la luce per la prima volta, diventando negli anni un vero e proprio punto di riferimento, come corriere, per le tantissime aziende che, su tutto il territorio nazionale, hanno deciso di affidarle e le affidano tutt’ora la logistica e i loro trasporti.

1946*1946*
25 marzo

trinacria-corriere-espresso-trasporti-nazionali-costituzione-societa-1946
Tutto iniziò qui. In questa data infatti venne fondata Trinacria Trasporti da un gruppo di giovani catanesi che, decisero di costituire un’azienda di trasporti per ovviare alle difficoltà di commercio tra nord e sud Italia. All’inizio, Trinacria si occupava di soli trasporti di scarpe e calzature.
NB:* L’Italia in quel periodo, era ancora sotto la Monarchia

19521952
Roma-Napoli-Catania

trinacria-corriere-espresso-trasporti-nazionali-roma-napoli-catania
In quell’anno, l’azienda, all’attivo da quasi un decennio, venne rilevata dall’imprenditore Francesco Giulio che, potenziò le tratte commerciali introducendo la linea Roma-Napoli-Catania, operazione che portò al conseguente ampliamento delle zone d’azione tra Lazio, Campania e Sicilia.

'54 '89'54 '89
Corriere per il sud Italia

trinacria-corriere-espresso-trasporti-nazionali-storia-casse-temaf
In questi 35 anni, le tratte commerciali videro tre nuovi punti di scalo: la Puglia, la Calabria e la Sardegna.
Trinacria, quasi quarant’anni dopo la sua fondazione, era un vero e proprio corriere per il sud Italia. Negli anni ’70 è stata una delle prime aziende di trasporti italiane ad utilizzare nel collegamento con la Sicilia le casse mobili, brevettate con il brevetto Temaf (terra-mare- ferrovia). Questo tipo di innovazione consentiva di poter utilizzare la cassa mobile sia per strada, che sui binari che per mare senza la necessità di attrezzature o gru nel sollevamento, trattandosi di un impianto autonomo nelle gambe.
Di grande importanza da un punto di vista logistico sono state le aperture delle filiali a Palermo, Roma e Napoli.

19901990
Copertura nazionale

trinacria-corriere-espresso-trasporti-nazionali-storia-camion
Gli anni ’90 segnarono per Trinacria l’abbattimento dei confini geografici tra nord e sud Italia. Venne aperta la prima filiale a Torino.
A seguire iniziarono le acquisizioni di diverse aziende di trasporti localizzate nel nord Italia che le permisero da qui in avanti, di ottenere una copertura a livello nazionale.

19971997
Logistica

trinacria-corriere-espresso-trasporti-nazionali-storia-stabilimento-san-genesio

In questo anno vennero aperti i primi settori logistici con relativi magazzini. Da questo momento in poi, subentrò la specializzazione su depositi di merci di varia natura e tipologia, compresi prodotti chimici anche pericolosi (Normativa Seveso) e prodotti soggetti a normative fiscali particolari come oli e additivi.

20002000
Obiettivi sempre nuovi

trinacria-corriere-espresso-trasporti-nazionali-storia-italia

Sono moltissime le ambizioni e le attività di Trinacria volte a sviluppare ancora più capillarmente l’azienda.
Oltre all’aumento di spazio, con l’avvento di altri impianti LOGISTICI, Trinacria Trasporti aprirà nuove filiali in Italia per dirigersi verso un vero e proprio consolidamento aziendale che vedrà come nuove protagoniste nel trasporto e nella logistica le città di Varese, Novara, Padova, Bologna e Napoli.
L’obiettivo nel breve termine è quello di RENDERE SEMPRE PIU’ CAPILLARE IL trasporto tra nord e sud Italia.
Nel lungo termine, invece, è quello di spingere questa tipologia di gestione della filiera trasporti, oltre il confine con l’obiettivo di raggiungere un collegamento con ogni zona europea.
Per quanto riguarda le attività extra aziendali, l’argomento “charity” e le iniziative ad esso legate sono in continuo divenire, ma riguarderanno progetti di ampio spettro a cui l’azienda prenderà parte nei prossimi mesi.